no-smoking-coffeeshop

AGGIORNAMENTO (4 novembre 2010)

L’Olanda è diventato il primo paese europeo a sovvertire un divieto di fumo imposto due anni fa.

Infatti le autorità hanno modificato la legislazione per consentire ai fumatori di accedere di nuovo in piccoli (massimo 70 metri quadrati) bar e pub (più di 2000gestiti esclusivamente dal proprietario (a conduzione familiare) e che non hanno altro personale. Ma non cambierà per i locali più grandi. 

Il governo olandese ha promesso che i controlli nei piccoli locali da parte degli ispettori della sicurezza cesserà, e ha annullato 280 multe relative al divieto. Il ministro della Salute olandese Edith Schippers ha detto: ‘La nuova legge permetterà la scelta del consumatore. Un cartello informerà i clienti, anche se non è consentito fumare nei locali ‘.

La Clean Air Netherlands, un gruppo di pressione di salute pubblica sostenuta dalla associazione medica olandese, ha già lanciato una campagna per reintrodurre il divieto.

 

(1° LUGLIO 2008)

I Paesi Bassi hanno ufficialmente adottato un divieto di fumo (tabacco) in bar, ristoranti, coffeeshop e alberghi, in aree pubbliche, sui trasporti pubblici e sul posto di lavoro a partire dal 1° luglio 2008.

Per poter fumare, i locali pubblici (ristoranti, pub, bar, discoteche ecc) devono essere attrezzati con un sala fumatori.

Un bel problema per i Coffeeshops!

«Sarà come entrare in un bar dove è vietato consumare una birra ma è lecito bere whisky, rum o vodka» “Il Giornale”

Dal 1 luglio 2008 nei Coffeeshops e consentito fumare solo Cannabis (marijuana/hashish) in forma pura, non mischiata al tabacco. Addirittura il governo ha assunto 200 investigatori (che fanno parte della polizia) che girano tra i vari coffeeshop (in cerca di multe), addestrati ad annusare la differenza tra uno spinello di sola marijuana e hashish da quello mischiato con il tabacco.

In tutti i coffeeshops è affissa la segnaletica di divieto di fumo, e gli stessi proprietari sono severi a riguardo, perché chi l’ha peggio sono loro, le multe per i proprietari iniziano dai 1.000 euro a salire, mentre per chi sta fumando (la sigaretta) dai 300 euro (per la prima infrazione) ai 2.400 euro (dopo la quarta infrazione).